logo

Dove Siamo

  • pannellifotovoltaici Forlimpopoli
  • Indirizzo: via Forlimpopoli Centro, 1
  • Provincia: FC
  • Città: Forlimpopoli
  • Cap: 47034

Pannelli Fotovoltaici Forlimpopoli

featured image

Sei un installatore professionista di pannelli fotovoltaici a Forlimpopoli? Questo spazio Web può essere a tua disposizione per promuovere ancora meglio la tua attività, anche tra chi non ti conosce ancora! Contattaci subito ed avrai ogni informazione necessaria per cominciare. Aumenterai presto il volume dei tuoi affari ed il tuo successo professionale. Sicuramente a Forlimpopoli ci sono ancora molti potenziali tuoi clienti interessati ai pannelli fotovoltaici! Ti aspettiamo!

Contattaci





In zona puoi trovare anche:

BASTONI ALESSANDRO

VIA CERVESE
47521CESENA (FC)

Tel. 0547325152

AREN ELECTRIC POWER S.P.A.

VIA DELL' ARRIGONI
47522CESENA (FC)

Tel.

CAMPORESI ELVEZIO E GIARDINI MAURO SNC

VIA ROMA, 75
47016PREDAPPIO (FC)

Tel. 0543922506

PIRRINI PAOLA

VIA SAN GIORGIO, 5455
47522CESENA (FC)

Tel. 0547353041

SISTEMI FOTOVOLTAICI COM SRL

VIA GIORDANO BRUNO, 118
47521CESENA (FC)

Tel. 0547380210

A.C.T. ENERGY S.R.L.

VIA EUGENIO BARSANTI, 17
47122FORLI' (FC)

Tel. 0543796574


Installazione pannelli fotovoltaici a Forlimpopoli

Quando si decide di dotare la propria casa di dispositivi che sfruttano l’energia solare per produrre corrente elettrica, risparmiare e venderla, immettendola nella rete, l’installatore di pannelli fotovoltaici a Forlimpopoli effettuerà un sopralluogo e preparerà un preventivo. Esso comprende i costi di: impianto, installazione, procedure burocratiche e collaudo finale. Per fare ciò il tecnico svolgerà un’analisi preliminare per verificare le possibilità di installazione dal punto di vista geografico ed economico e quindi consiglierà il modello più indicato alle esigenze dell’utente. Al termine del lavoro è possibile anche che venga consegnato al cliente un documento che riporta il rendimento elettrico ed il guadagno possibile, importante per valutare in quanto tempo potrà essere ammortizzata la spesa sostenuta.

Occorre recarsi all’ufficio del proprio Comune per informarsi su quali sono le autorizzazioni e i requisiti richiesti. Il permesso per l’installazione è fondamentale in aree protette da limiti o vincoli ambientali, per esempio centri storici, siti paesaggistici, architettonici ed artistici. L’autorizzazione è richiesta per impianti fino a 20 kW mentre per impianti più potenti hanno bisogno della VIA (Valutazione di Impatto Ambientale).

Per dare al cliente il miglior rendimento energetico ed una lunga durata nel tempo dell’impianto (almeno 20 anni), l’installatore calcola il massimo carico meccanico che può gravare sui pannelli per assicurare un’adeguata stabilità. L’impianto viene normalmente orientato a sud con un’inclinazione di 30°, grazie a supporti a cavalletto. Nel caso di tetto con falda ampia e a dente di sega, nelle serre e nelle aziende agricole l’orientamento sarà verso sud-est o sud-ovest, con inclinazione compresa tra 20° e 50°. Il tecnico installatore di pannelli fotovoltaici a Forlimpopoli controllerà che nel punto di installazione non ci siano zone d’ombra e valuterà la presenza di edifici, alberi, canne fumarie, comignoli, antenne, pali della luce ed altre strutture che potrebbero oscurare, anche solo parzialmente, i pannelli solari.

Il posizionamento dell’impianto è consigliabile che sia effettuato sfruttando tutto lo spazio disponibile e non in base ai consumi di corrente stimati. In questa maniera l’eccesso energetico prodotto e non utilizzato potrà essere venduto, ottenendo un ottimo guadagno e recuperando rapidamente l’importo speso. Il cliente, dopo aver stipulato un contratto di scambio sul posto o di cessione in rete con il gestore dell’energia elettrica e aver ottenuto l’allaccio, potrà richiedere gli incentivi del Nuovo Conto Energia. Tramite il sito del Gestore dei Servizio Energetici (GSE) si effettuerà la domanda, allegando i dovuti documenti, per accedere alla tariffa incentivante. Dopo si potrà chiedere il finanziamento alla propria banca, di solito a costo zero.

Per quanto riguarda la potenza dell’impianto, occorre considerare che la tipica famiglia di 4 persone ha un consumo medio annuale di 3.500 kWh. L’energia equivalente è generata da un totale di 20 mq di pannelli fotovoltaici con 3 kW di potenza massima. La durata dei lavori di installazione è in funzione del tipo di impianto, dell’area della superficie del tetto e dalle sue caratteristiche. Di solito occorrono da un minimo di 2 ad un massimo di 10 giorni lavorativi. Non è necessaria alcuna manutenzione da parte del cliente ma solo dei regolari controlli da concordare con l’installatore di pannelli fotovoltaici di Forlimpopoli. Nella maggior parte dei casi gli impianti usufruiscono di una garanzia variabile tra 5 e 10 anni ed in qualche caso anche di più.

Scopriamo la bellezza di Forlimpopoli

Situata nella provincia di Forlì-Cesena, Forlimpopoli è una ridente località dell’Emilia Romagna, compresa tra pianure verdi, montagne e mare. Dalle antiche origini storiche, dell’area dove sorge l’attuale Forlimpopoli, si hanno notizie sin dal periodo noto come “”Paleolitico Inferiore“”.

Nota con il nome di Forum Popili durante l’età romana, Forlimpopoli già in tempi antichi, era nota per la sua posizione strategica – essendo in prossimità della via Emilia – e per lo sviluppo delle sue attività agricole e artigianali, come ben testimoniano le centinaia di anfore rinvenute nel luogo. Importante sede vescovile durante il V secolo, Forlimpopoli vide il suo prestigio e la sua importanza scemare nel corso dell’Alto Medioevo, allorché le frequenti inondazioni indussero i contadini a cercare zone decisamente più fertili e sicure.

Nella Città Artusiana, nota per aver dato i natali al celebre scrittore e gastronomo Pellegrino Artusi, di certo non mancano gli spunti di visita. Tra le principali attrazioni di Forlimpopoli troviamo, innanzitutto, la Rocca Albornoziana. Dall’imponente pianta quadrata che abbellisce la piazza principale della città, la Rocca ospita il Municipio di Forlimpopoli ma, soprattutto, il Museo Archeologico Aldini, ricco di manufatti, anfore e reperti trovati nelle vicinanze.

Ma Forlimpopoli è celebre anche per la sua raffinata gastronomia: proprio nella città Artusiana, infatti, è ospitato il “”Centro di cultura Gastronomica“”, interamente incentrato sull’arte di mangiar bene. Tra gli appuntamenti da non perdere a Forlimpopoli, la Festa Artusiana con degustazioni e rassegne ispirate a Pellegrino Artusi.

Come funziona un pannello fotovoltaico

Questo tipo di impianto acquistabile a Forlimpopoli è formato da moduli fatti di piccole celle solari, costituite da silicio amorfo, monocristallino o policristallino più boro e fosforo, con strisce argentate che sono i contatti chimici per connettere in serie le celle stesse. Esse sono in grado di trasformare i fotoni della luce in energia elettrica (corrente continua) mediante un effetto detto fotovoltaico, nel quale alcuni elettroni dei materiali semiconduttori si muovono generando al corrente. Le celle sono simili a piastrelle blu o nere, di dimensioni fino a 10 cm, su cui si trova una lastra di vetro protettiva. La corrente continua viene poi trasformata in corrente alternata per alimentare vari elettrodomestici. Per fare ciò è necessario un inverter, grazie al quale la corrente può essere immessa in rete.

La storia dei pannelli fotovoltaici

La tecnologia del fotovoltaico è il risultato di varie tappe che si sono verificate nell’arco di oltre un secolo. Diversi scienziati ed aziende hanno contribuito a scoprire i principi scientifici che sono poi stati applicati per la realizzazione di questi dispositivi, disponibili presso gli installatori di Forlimpopoli, in grado di produrre energia rinnovabile e non inquinante. La prima tappa è stata determinata nel 1839 dallo scienziato francese Bécquerel che scoprì l’effetto fotogalvanico negli elettroliti liquidi, per cui alcune reazioni chimiche causate dalla luce producevano elettricità. Nel 1883 l’inventore americano Fritz costruì una cella solare di 30 cmq al selenio con una capacità di conversione dell’1-2%. Einstein rese nota la propria teoria sull’effetto fotoelettrico nel 1905 che gli valse il Premio Nobel per la Fisica nel 1921. L’azienda giapponese Sharp comincia a produrre nel 1963 i primi moduli.

I materiali delle celle fotovoltaiche

Le celle possono essere realizzate in silicio monocristallino, che ha un’efficienza energetica del 18-21% ma che è piuttosto costoso. Deve essere tagliato in cilindri e occupa molto spazio. Il silicio policristallino è più economico ma un po’ meno efficiente (15-17%). Si riesce a tagliare facilmente per realizzare i moduli. Il silicio ribbon è formato dal materiale fuso sagomato in strati piani senza bisogno di essere tagliati. L’efficienza è solo del 13,5-15% ma non comporta il minimo spreco di materiale. Il silicio amorfo ha un’efficienza molto bassa (8%) ma è molto economico. Assorbe bene la luce visibile ma non altrettanto l’infrarosso.

Le dimensioni dei pannelli fotovoltaici

Le dimensioni dei moduli dipendono da fattori come la casa produttrice, il tipo di tecnologia, la potenza e il modello specifico. Le dimensioni medie dei pannelli fotovoltaici disponibili a Forlimpopoli sono le seguenti:

– i moduli monocristallini e policristallini, con una potenza di 230-245 Wp, hanno un’altezza di 160-170 cm, una larghezza di 90-100 cm ed uno spessore di 4-5 cm;

– i pannelli monocristallini compatti, con potenze tra 190 e 200 Wp, misurano 130-140 cm d’altezza, 90-100 cm di larghezza e 4-5 cm di spessore;

– i moduli a film sottile, di 77,5-87,5 Wp di potenza, sono alti circa 120 cm, larghi 60 cm e spessi appena 0,6-0,7 cm.

I pannelli più diffusi non hanno misure maggiori di 170 cm di altezza e 100 di larghezza. Il tecnico di Forlimpopoli sarà in grado di consigliare il modello più adatto in base alle necessità del cliente,